giovedì 3 marzo 2011

Un pensiero per Yara Gambirasio

Tristemente è arrivata la notizia che ci ha sconvolto Yara Gambirasio la ragazzina scomparsa è stata purtroppo  ritrovata morta, in un campo, senza una ragione o un perchè e questo post è dedicato  a LEI per riflettere, ma soprattutto per non dimenticare!
- ROMA, 26 FEB - Yara Gambirasio, la tredicenne scomparsa tre mesi fa nel Bergamasco, e' morta. Il suo corpo e' stato trovato oggi in una campo a Ponte San Pietro, ad una decina di chilometri da Brembate, il paese dove viveva con i genitori. Il cadavere era abbandonato in un campo incolto, tra l'erba alta.
(ANSA)
Fino alla fine ho sperato che fosse un allontanamento volontario prolungato, ancora oggi a distanza di giorni non riesco a metabolizzare questa notizia, che in tv sui giornali continua a passare e ripassare, con particolari sempre più agghiaccianti. Non riesco ad immaginare il dolore enorme e devastante che ha colpito quella famiglia. E' un dolore incancellabile, incolmabile e frustrante è lo strazio di un padre e di una madre che non sono riusciti a difendere, a proteggere la propria figlia, il proprio cucciolo.
Ancora un  altro orrore, come quello di Sara e di tanti altri ragazzi, anime Innocenti a cui è stato tolto il Dono più bello quello della VITA ed in modo così atroce. Continuo a domandarmi come si può pensare di uccidere una vita, come si può pensare di uccidere in modo così violento, come si riesce a guardare in faccia le persone, la famiglia, i figli ecc. dopo aver commesso un crimine così efferato, come si riesce a sedersi a tavolo con loro, a guardarli negli occhi ...
Pensando a Yara non posso fare a meno di pensare a quanta paura avrà avuto da sola  in balia di quel mostro, un mostro che non ha avuto pietà per lei, non ha mostrato umanità nè per la  vita, nè per la sua giovane età, per quelle piccole mani che si ponevano avanti per difendersi, mi si chiude il respiro, mi si torce lo stomaco dallo sgomento e dalla rabbia non riesco a pensare e a scrivere.
Viviamo in un mondo ... io non lo riconosco più, un mondo fatto di persone senza coscienza, senza pietà, senza compassione, senza sensibilità, senza umanità, persone che ci fanno vivere nella paura di uscire di casa, nel terrore che possa essere accaduto qualcosa ai nostri figli o ai nostri cari per qualche minuto di ritardo, che ci fanno pensare che il mondo è fatto di persone cattive come loro, persone che hanno il potere di vita e di morte sugli altri senza una ragione.
Queste sono cose che non si riescono ad accettare  e non si possono accettare, vogliamo la nostra libertà, la libertà di uscire di casa senza paura, la libertà di poter far tardi la sera senza paura, la  libertà di mandare i nostri figli per strada senza paura, la libertà di non avere brutti pensieri, la libertà di non avere paura, la libertà di parlare e sorridere alle persone senza paura, la libertà di crescere, la libertà di sognare e di realizzare i nostri sogni, la libertà di invecchiare senza paure, vogliamo quella libertà che questi mostri ci hanno tolto ...
Ad un Angelo ...
RESPIRO DI VITA
Vorrei che andaste incontro al sole e al vento con la pelle,
più che con il vestito,
perchè il respiro della vita
è nella luce solare e
la mano della vita è nel vento
Kahlil Gibran