mercoledì 30 dicembre 2009

San Silvestro e Capodanno le tradizioni tra miti e leggenda

Per il 31 dicembre, San Silvestro e per Capodanno, la tradizione prevede una serie di rituali scaramantici e noi  andremo proprio a curiosare nelle origini di queste tradizioni che spaziano tra miti e leggende...

San Silvestro e Capodanno le tradizioni  tra miti e leggenda
L'ultimo dell'anno e Capodanno si festeggia un po' dappertutto, ma le tradizioni o  i riti scaramantici  (in alcuni casi) per assicurarsi un po' di fortuna,  non sono uguali e variano da paese a paese. 

Tra le tradizioni, che si tramandano da anni, vi è certamente quella di non dimenticare di indossare qualcosa di vecchio, qualcosa di regalato o di colore rosso, di mangiare lenticchie, di appendere il vischio alla porta, ecc... scopriamo i perchè!
1) Indossare intimo rosso 
a) Si tratta di un'usanza diffusa in tutto il Mondo che risale all'antichità. Si dice che gli antichi romani per esorcizzare la paura indossavano sempre qualcosa di rosso, simbolo del sangue e della guerra. Oggi l'usanza è diventata segno di fortuna e benessere per l'anno nuovo.
b) Secondo alcuni invece  la tradizione deriva anche dalle antiche usanze cinesi che prevedevano striscioni augurali rossi appesi su tutte le porte di casa. Anche in questo caso sempre di rosso si parla, in quanto è il colore del matrimonio, della gioia e della felicità.
2) Mangiare lenticchie, uva o datteri: a San Silvestro e a Capodanno è usanza diffusa mangiare le lenticchie, ma anche uva o datteri, sembra siano di buono auspicio e che portino ricchezza e prosperità. Lenticchie: l'usanza deriverebbe da un antico rito pagano secondo cui mangiare lenticchie l'ultimo dell'anno e il primo dell'anno porterebbe soldi e ricchezza. In più era tradizione regalare dei portamonete pieni di lenticchie come auspicio per i guadagni.
3) Gettare roba vecchia e inutilizzata:l'ultimo dell'anno c'è l'usanza di gettare e distruggere qualsiasi oggetto che ricordi qualche cosa di negativo dell'anno trascorso, simboleggia il desiderio di scacciare le negatività, così come quello di sparare colpi d'arma da fuoco o fuochi d'artificio servirebbe a fare chiasso per allontanare gli spiriti maligni.
4) Le melagrane: Simboleggia la fedeltà coniugale ed è di buon auspicio mangiarne a Capodanno. Si narra che Proserpina, dopo aver addentato un frutto, sia stata condannata a passare il resto della vita nell'Ade.
5) I fuochi d'artificio: I botti di San Silvestro o ultimo dell'anno sono da sempre simbolo di gioia e felicità. Inventati in Cina, sono utilizzati per festeggiare eventi e ricorrenze, tra cui ovviamente anche  l'arrivo del nuovo anno.
6) l'usanza di appendere del vischio sulla porta di casa, servirebbe a garantire pace e serenità all'interno della propria dimora, e risale ad antiche tradizioni celtiche.
7) e per finire una tradizione del nuovo anno è quella dei " buoni propositi per l'anno nuovo"  tradizione che  nasce dai babilonesi: il proposito che più spesso facevano era quello di restituire strumenti per l’agricoltura che erano stati prestati loro.

Leggi anche
Idee su come festeggiare San Silvestro e Capodanno
Buoni propositi per l'anno nuovo
Fuochi d'artificio e botti per San Silvestro o ultimo dell'anno
Vestirsi di rosso a San Silvestro e a Capodanno