mercoledì 30 dicembre 2009

Fuochi di artificio e botti per San Silvestro o ultimo dell'anno

Manca ormai pochissimo alla fine di questo 2009, e sembra d'uopo riportare alla luce, questo problema i"Fuochi di artificio e botti per San Silvestro o l'ultimo dell'anno"


Ogni anno, nei vari TG, viene diffusa la notizia relativa al sequestro di tonnellate di botti, fuochi d'artificio o a ferimenti di persone o bambini, ferimenti che lasciano menomazioni più o meno visibili, e che segnano per sempre la loro vita e il loro futuro. 
Trascrivo questo articolo e  lo riporto quasi integralmente, tratto da Libero.news.it riporta i consiglio del Codacons per chi non è esperto in botti e fuochi di artificio ed è  un invito alla prudenza:
"I consigli del Codacons - Francesco Tanasi, segretario nazionale del Codacons, chiede «l'inasprimento delle pene per chi confeziona i fuochi d'artificio illegali, spesso vere e proprie bombe»,  e invita il Governo a «far partire immediatamente una massiccia campagna pubblicitaria, con spot  che mostrino le gravi conseguenze e le menomazioni che derivano dal loro uso», oltre che ad «attivare una task force di forze dell'ordine preposte al controllo e al sequestro di questi materiali, onde evitare il solito bollettino di guerra che accompagna i primi giorni di ogni nuovo anno». «Chiediamo inoltre a  tutti i cittadini - aggiunge Tanasi - di  denunciare a tutte le forze dell'ordine i venditori ambulanti, abusivi o improvvisati, che espongono sui  banconi botti ed esplosivi di varia e dubbia natura, certo pericolosi. Queste segnalazioni possono salvare la mano, un occhio o addirittura la vita a diverse persone».
Sempre ai consumatori si indirizza il segretario del Codacons, per ricordare che «tutti i botti, anche quelli legali, sono pericolosi e se usati in modo improprio possono provocare seri danni: Se, ad esempio, sono raccolti inesplosi o se accesi impropriamente possono provocare lesioni alle mani –(il 70% dei feriti è colpito alla mano) e agli arti, se puntati addosso a persone possono danneggiare gli occhi, i timpani e provocare ferite e ustioni, se puntati verso case e balconi possono causare incendi (le tende sono le prime a prendere fuoco). Per non parlare del rischio, sempre presente, che il petardo sia difettoso. Dunque il consiglio migliore che si può dare è uno solo: non festeggiate con i botti!».
Il segretario del Codacons indica, infine, le corrette modalità di utilizzo, raccomandando anzitutto di seguire sempre quelle descritte sull'etichetta: «Usateli solo in luoghi aperti, lontano da altre persone, da case, da materiali infiammabili e da posti a rischio di incendi, come fabbriche e boschi. Candeline e stelline si possono usare anche in casa ma vanno tenute lontano dai vestiti, dalle tende, dai divani e da tutti gli oggetti infiammabili. Attenzione alle persone vicine: una scintilla potrebbe colpire negli occhi o sulla pelle causando gravi ustioni. Mai fumare durante l'utilizzo e non usare in caso di vento. Non puntateli mai - ricorda Tanasi - contro le persone o verso balconi e finestre. Accendete sempre un prodotto alla volta, avendo l'accortezza di tenere gli altri prodotti lontano e al riparo da eventuali scintille».
«Se la miccia di un prodotto non si accende subito non ritentate, ma buttatelo via. Non cercate di verificare la causa del mancato funzionamento ed in particolare non portatevi con il viso sopra l'oggetto e non provate ad afferrarlo con le mani. Lasciatelo invece raffreddare e poi copritelo con terra, sabbia e acqua. Non abbandonate mai artifici inespolsi e non raccogliete i fuochi inesplosi che si trovano per strada, sono pericolosissimi. Non fate uscire di casa da soli i vostri bambini il primo giorno dell'anno: Molti incidenti avvengono la mattina, dopo i festeggiamenti, quando i bambini raccolgono i petardi inesplosi trovati in strada o peggio ancora provano a riaccenderli», conclude Tanasi.
da Libero news.it

Facciamo in modo, che questa notte magica, resti magica e segni la nostra vita  ma solo perchè  si  può sognare e sperare sul futuro; che resti indimenticabile perchè ci permette di fare progetti, di avere desideri e aspettative. E' questo un  giorno in cui ci si aspetta di poter buttare dietro le spalle tutte le cose indesiderate dell’anno che sta per finire, e di costruire elenchi con buone intenzioni ecco, nelle buone intenzioni facciamo in modo di non togliere ne a noi ne agli altri la voglia di continuare a sognare o a sperare.

"È meglio accendere una candela piuttosto che maledire l'oscurità."