domenica 8 novembre 2009

Il Terzo Gemello di Ken Follett.

In questo post Vi voglio raccontare di una storia che io ho trovata fantastica e che mi ha fatto riflettere o pensare tanto, scritta da Ken Follet, che è appunto " Il Terzo Gemello!. E' una storia irreale e tratta di un tema caldo della fine degli anni novanta, riguardante esperimenti sull'ingegneria genetica e la clonazione... , spero siate curiosi e buona lettura.



Il Terzo Gemello  di Ken Follett.

Il terzo gemello è un thriller di Ken Follett pubblicato nel 1996 e racconta la storia di una scienziata, Jeannie Ferrami, incaricata di condurre uno studio sui gemelli per conto di una prestigiosa università di Baltimora...
" Jeannie Ferrami, è lei l'eroina di questa storia, è lei che vivrà una settimana assolutamente diversa e quasi irreale grazie al lavoro che sta svolgendo, presso l'università, come scienziata, svolgendo una interessante ricerca sulla formazione della personalità e sulle differenze di comportamento tra gemelli, per cercare di sostenere la sua tesi, che anche se i tratti genetici di una persona tendenzialmente criminale sono ereditari, l'ambiente e il modo in cui lo stesso viene cresciuto ed educato può influire sul suo comportamento e sulla sua vita....E così Jeannie scopre vari gemelli, cresciuti separatamente e addirittura, talvolta, ignari di avere un fratello completamente identico in qualche parte del mondo, e proprio tra queste coppie di gemelli salta fuori lui, Steve Logan, un bellissimo ragazzo di 22 anni, anch'egli inconsapevole del suo essere un gemello omozigota....ma la cosa strana che immediatamente si evidenzia è che Steve è nato da una madre diversa da quella che avrebbe concepito la sua "copia". Il mistero s'infittisce man mano....soprattutto quando Steve vine eaccusato di un crimine che non ha commesso, ma per cui viene identificato responsabile al 100%......saranno tanti i problemi da affrontare per dimostrare che non è lui il criminale ma il suo ipotetico fratello gemello.....o forse sarebbe meglio dire CLONE?
Comincia ad affacciarsi l'ipotesi spaventosa di esperimenti segreti di laboratorio condotti 23 anni prima in una base militare su "cavie" inconsapevoli, povere donne che credevano di sottoporsi a semplici cure per combattere l'infertilità e nelle quali sono invece stati impiantati dei feti creati in provetta.....SPAVENTOSO solo pensarci... eppure Jeannie proverà con tutte le sue forze ad andare fino in fondo alla faccenda, per smascherare lo sporco progetto di Berringhton, il suo datore di lavoro che ha interesse ad ostacolare le sue ricerche e scoperte perchè è proprio lui uno dei principali responsabili dell'orribile esperimento.... ma c'è anche dell'altro..."
Questo storia scritta da Ken Follett mi è stato raccontata un po' di tempo fa, è una narrazione molto bella e mi ha colpito molto, ma non per gli esperimenti, ma per quella realtà spaventosa che potrebbe essere l'ambiente in cui si nasce e l'ambiente in cui si vive. Da questo libri capisci quanto è importante la realtà, il quotidiano per le persone, perchè le crea, ne influenza il comportamento e la vita.

Ecco cercate di immaginare questa realtà, se Berlusconi o Voi, foste nati in una famiglia diversa e spostati in ambienti differenti, Berlusconi o voi sareste oggi quello che siete adesso?
Prendiamo come esempio di nuovo Berlusconi. Lui ha sempre abbracciato l'imprenditoria, ma mi chiedo sarebbe stato così se fosse nato (per esempio) in periferia di Napoli o di Cosenza, ecc... ? E se voi foste nati nella famiglia di Berlusconi avreste intrapreso quella che è oggi la sua strada? Magari! (direbbe qualcuno) Ma probabilmente è proprio così, avremmo intrapreso la sua stessa strada.
Prendiamo ancora Berlusconi come esempio, ma potrebbe essere un personaggio qualunque e importante dei giorni nostri ( un ingegnere, un imprenditore ecc) quanto nella loro vita ha contato nascere al nord o al sud, in una famiglia importante, potente, benestante o ricca?...  E quanto in un operaio qualunque del sud o del nord  (muratore, spazzino ecc) abbia contato nascere in una famiglia povera e  impotente? Quanto questa cosa ha segnato il loro destino, in bene o in male o ...?...
Credo che questa sia una realtà su cui bisognerebbe riflettere...  può l 'ambiente dove si vive creare e far diventare  le persone quelle che sono, influenzarne  il comportamento e anche la vita? ... Io purtroppo credo che in molti casi è proprio così e Voi?