lunedì 21 dicembre 2009

Pranzo della festa in agriturismo

In questo post "Il pranzo della festa!" voglio raccontarvi di un bella giornata trascorsa in allegria accanto ad una bella tavola imbandita di cose buone, in compagnia di amici e conoscenti per festeggiare in anticipo il Natale in un bell'agriturismo del Salernitano.
Circa 20 giorni fa, in compagnia di amici abbiamo pranzato in un agriturismo, in provincia di Oliveto Citra Salerno, di cui ci avevano parlato molto bene, e nonostante sia situato in luogo un po' fuorimano è molto conosciuto.  Apre solo il sabato e la domenica, e a pranzo, vi si accede solo su prenotazione. 
A gestione familiare, è un luogo in cui ti senti in famiglia, i proprietari sono molto alla mano, ti mettono subito a tuo agio, sono sempre sorridenti, cordiali e gentili. Hanno un menu molto vario e cambia a seconda della stagione, dei prodotti e degli animali.
La prima volta, ci hanno stupito con un menù ricco di antipasti, tante verdure cucinate in modo diverso dal solito ma assolutamente squisite, due primi piatti di pasta assolutamente fatti a mano, due secondi, frutta, torta ecc.  Ieri, 20 dicembre, è stata una giornata speciale, la giornata del daino e tutto il menu era basato su questo.
Ancora una volta ci hanno stupito e per noi è stato come festeggiare in anticipo il pranzo di Natale. Questo agriturismo è una casetta normale all'interno è abbastanza rustica, ma molto carina situata fuori dal paese, non saprei dire l'altezza a livello del mare, ma so che eravamo al di sopra delle nuvole.
La giornata è stata molto fredda e piovosa  questo purtroppo non ci ha permesso di fare l'itinerario turistico degli animali, daini, alci, conigli, maiali, cinghiali ecc, ma per fortuna ci hanno accolto i visi sorridenti e cordiali dei proprietari ed il buon odore di cibo che usciva dalla cucina. L'ambiente si è subito riscaldato, tra le luminarie accese e il buon vino del posto ci siamo seduti e affidati all'arte culinaria della padrona.
Questo pranzo speciale, dedicato alla giornata del daino ci ha spiegato subito il proprietario, non prevedeva antipasti, proprio per farci provare la bontà del prodotto, ma poichè la prima volta avevamo assaggiato una zucca fatta al carpaccio, con il peperoncino davvero squisita, gliene abbiamo fatto richiesta e lui gentilmente ce ne ha fatta avere due piatti che abbiamo assaggiato (divorato) con il pane artigianale della casa.
Ed ecco comparire il primo piatto, ravioli al sugo con ripieno di ricotta e daino, un piatto fantastico. Seguito da pappardelle fatte a mano, in bianco con sugo di funghi e daino e ancora stufato di daino con cipolle e carote e infine carrè di daino con un crema al vino bianco insalata, rucola e per contorno patatine fritte.
Il menu doveva essere questo ma il proprietario ci ha fatto assaggiare i loro salumi, portandoci due bei piatti di salsiccia e filetto, e poi taralli della casa con formaggio e marmellata d'uva, una vera squisitezza, castagne e infine per dolce due torte, una al cioccolata e l'altra con crema pasticcera, ma bagnata con un liquorino speciale, caffè e ammazzacaffè.
Insomma ieri è stata una giornata davvero speciale, con un pranzo davvero particolare, direi un vero e proprio pranzo della festa!

Leggi anche
I festeggiamenti in agriturismo